DISABILITÀ, CITTADINANZATTIVA: NELLE SCUOLE MOLTI OSTACOLI E ACCESSIBILITÀ LIMITATA

Rapporto nazionale su sicurezza, qualità e accessibilità a scuola. Lo studio denuncia che il 27% delle scuole ha scalini all’ingresso, l’ascensore è assente nel 35% degli edifici. Barriere architettoniche nel 19% dei laboratori, nel 18% delle palestre, nel 15% dei cortili, nel 13% delle aule. Nel 23% delle scuole, poi, non esistono bagni per persone disabili

“Nelle scuole italiane ci sono 207.244 studenti disabili”. È quanto emerge dall’XI Rapporto nazionale su sicurezza, qualità e accessibilità a scuola, realizzato da Cittadinanzattiva e presentato oggi a Roma sulla base dei dati raccolti nel corso del monitoraggio civico di circa 160 scuole su tutte le regioni del Belpaese, ad esclusione di Valle D’Aosta e Liguria.
Per quel che riguarda l’accessibilità e servizi per gli studenti con disabilità, lo studio denuncia che il 64% delle scuole monitorate ha posti auto per disabili nel cortile o nel parcheggio interno. Il 27% ha invece scalini all’ingresso, l’ascensore e’ assente nel 35% degli edifici e non e’ funzionante nell’11% di quelli che ne sono dotati. E ancora barriere architettoniche nel 19% dei laboratori, nel 18% delle palestre, nel 15% dei cortili, nel 13% delle aule. Nel 23% delle scuole poi non esistono bagni per disabili, e il 15% di essi presenta barriere architettoniche.
Il 26% delle scuole, nella gran parte delle aule, non ha sufficiente spazio per la presenza di una carrozzina mentre il 44% delle aule non ha banchi adatti o adattabili per una persona in carrozzina. Nel 57% dei casi, non ci sono in aula attrezzature didattiche o tecnologiche per facilitare la partecipazione alle lezioni degli studenti con disabilità. Non ci sono tavoli o postazioni adatte ai disabili in carrozzina nel 28% dei laboratori, nel 18% delle biblioteche e nel 17% delle mense. In una scuola su 4 sarebbe, secondo quanto rilevato dall’approfondita analisi di Cittadinanzattiva, è un problema gestire l’evacuazione dall’edificio degli studenti con disabilità motoria in caso di emergenza, perché nel 24% non esistono percorsi sicuri e praticabili che non comportino l’uso dell’ascensore o del servoscala. A ciò si aggiunge, infine, che nel 27% degli edifici monitorati le piantine dei percorsi di evacuazione non sono visibili da persone in carrozzina.
(superabile.it)

di Giovanni Cupidi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...