Un progetto per portare le persone con disabilità grave a sciare

Si arricchisce di nuove possibilità, il progetto “La montagna per tutti” dell’associazione Enjoyski Sport. Un pulmino e un rimorchio, acquistati di recente, permetteranno di portare a sciare persone con disabilità gravi. Ma anche di promuovere incontri di sensibilizzazione nelle scuole.

Tutto grazie, ancora una volta, a Mauro Bernardi, 44 anni, di Colzate (BG), sulla sedia a rotelle dopo un incidente stradale accaduto nel 2005. Grazie alla sua forza di volontà e a un entusiasmo non comune è riuscito a mettere in campo un progetto che apre nuovi orizzonti alle persone con disabilità. Racconta com’è nato questo progetto e in cosa consiste nel servizio di Target che trovate in testa all’articolo.

Nella seconda parte del servizio, in particolare, Mauro Bernardi si sofferma su una nuova iniziativa partita da poche settimane.

«Grazie al sostegno degli sponsor di Enjoyski Sport, l’associazione che insieme ad alcuni amici ho costituito nel 2015, abbiamo acquistato un pulmino ed un rimorchio. Il pulmino è stato allestito per la guida e il trasporto di persone disabili in carrozzina elettronica (persone con disabilità motoria grave). Il rimorchio permetterà di caricare e portare al nostro seguito tutta l’attrezzatura indispensabile alla realizzazione del progetto: monosci, dualski, sci, stabilizzatori e altro».

Mauro Bernardi del progetto per far sciare i disabili gravi

Ma non si tratta solo di andare a sciare. «Il progetto prevede di portare il disabile grave a raccontare la sua condizione di disabilità nelle scuole (progetto che la nostra associazione svolge da più di 7 anni) – aggiunge Bernardi -. Per ogni mattinata di testimonianza che il disabile mette a disposizione dell’associazione, l’associazione stessa dona al disabile una mattinata di sci, mettendo a disposizione trasporto, attrezzature, monosci o dualski, e personale qualificato».

Le finalità sono diverse. Tra queste, sottolinea Mauro Bernardi, «coinvolgere ragazzi con disabilità grave, dando valore alla loro testimonianza e cercando di dare un senso, quando magari non riescono a trovarlo, al loro vivere. In secondo luogo, arricchire e sensibilizzare le nuove generazioni alle tematiche inerenti la disabilità. Ma anche donare alle famiglie dei disabili momenti di sollievo e speranza per “Il dopo di noi”».

Chi fosse interessato a partecipare al progetto o ad avere informazioni può contattare l’associazione Enjoyski Sport.

(myvallet.it)

Sostieni il Blog

Il tuo contributo è fondamentale per poter dare un’informazione di qualità. Diventa un Sostenitore, decidi tu quante quote donare!

5,00 €