“Tutti x il clima”, oltre la disabilità visiva per un futuro sostenibile

“Tutti x il clima, il clima x tutti!” prevede diverse iniziative tra Milano, Pavia e il Piemonte che da maggio a settembre coinvolgeranno bambini e ragazzi in percorsi, giochi e attività per promuovere un’educazione ambientale capace di andare oltre la disabilità visiva

«Combattendo i pregiudizi, andando oltre le barriere percettive e garantendo a tutti le stesse opportunità, con “Tutti x il clima, il clima x tutti!” vogliamo raggiungere quanti più bambini e ragazzi possibili indipendentemente dalle loro abilità visive. L’obiettivo è contribuire alla costruzione di una società non solo più sostenibile per il pianeta, ma anche più inclusiva e basata sulla solidarietà e l’uguaglianza».

Leonardo Rosato Rossi è il responsabile progetti della Fondazione OMD – Osservatorio Meteorologico Milano Duomo, impegnata a sostenere e realizzare attività di ricerca scientifica nel campo della meteorologia e climatologia anche per favorire nelle comunità il livello di conoscenza e consapevolezza della variabilità del clima e dei relativi impatti.

Per questo, in collaborazione con ANS – Associazione Nazionale Subvedenti OdV e ADM – Associazione Didattica Museale è tra i promotori del progetto “Tutti x il clima, il clima x tutti!”, un ricco calendario di appuntamenti gratuiti, tra Milano, Pavia e il Piemonte, che da maggio a settembre 2022 coinvolgeranno bambini e ragazzi dai 3 ai 17 anni in percorsi, giochi e attività all’aria aperta accessibili in particolare anche a persone con disabilità visiva.

Lo scopo, infatti, è di promuovere l’abbattimento dei pregiudizi intorno alla disabilità e offrire a tutti le stesse opportunità di apprendimento attraverso il linguaggio universale della multisensorialità. Soprattutto quando di mezzo c’è il destino del clima, i cui drammatici cambiamenti chiamano ad alzare il livello di responsabilità di ciascuno di noi.

«L’educazione ambientale è fondamentale per sensibilizzare gli adulti del domani sulla necessità di adottare stili di vita sostenibili per la salvaguardia del pianeta» dice Rossi. «L’obiettivo è contribuire alla costruzione di una società non solo più sostenibile per il pianeta, ma anche più inclusiva e basata sulla solidarietà e l’uguaglianza».

Si parte sabato 14 maggio con il primo appuntamento: “One, two, tree”, dedicato ai più piccoli (dai 3 ai 6 anni) che accompagnati dal timido bruchetto Ughetto scopriranno che i parchi urbani sono preziosi alleati nella lotta all’inquinamento e al riscaldamento cittadino. Un percorso itinerante nei principali parchi milanesi (Giardini Indro Montanelli, Bosco In Città, Parco Sempione, Parco Forlanini) ricco di divertenti esperienze tattili, giochi con originali materiali inclusivi e tante attività motorie all’aria aperta, per far comprendere come sono fatti gli alberi e in che modo rinfrescano e ripuliscono l’aria.

Clima disabilità ambiente

Immedesimarsi in un’ape, sperimentare in modo differente la percezione degli alberi nei parchi, toccare con mano i “ghiacciai che si sciolgono”, sono tutte attività che permettono, dunque, di vivere in prima persona esperienze che aiutano a fissare concetti, immagini e ricordi, indispensabile nella formazione della personalità dell’individuo. Senza lasciare indietro nessuno. Perché il concetto che vuole trasmettere l’iniziativa è quella di promuovere un’educazione ambientale capace di andare oltre la disabilità visiva per immaginare e costruire un futuro più sostenibile ed inclusivo.

Tutte le attività, quindi, oltre ad essere gratuite e differenziate per fasce d’età, permetteranno ai ragazzi indipendentemente dalle loro abilità visive di sperimentare una percezione e una conoscenza più profonda dell’ambiente che li circonda attraverso l’utilizzo degli altri sensi. Le iniziative saranno supportate da educatori e accompagnatori formati sulle disabilità visive.

Non a caso, fra i partner del cammino che proseguirà anche nei mesi di giugno, luglio e settembre, c’è l’Associazione Nazionale Subvedenti nata per permettere a coloro che sono affetti da disabilità sensoriale visiva di condurre una vita piena. Dal punto di vista scolastico, sociale, lavorativo.

«Il concreto diritto alla partecipazione, ovvero poter conoscere, accedere, fruire e interagire in modo paritario, inclusivo e senza discriminazioni» evidenzia Rosa Garofalo, responsabile progetti di ANS «richiede necessariamente un cambiamento culturale. Con “Tutti x il clima, il clima x tutti!” vogliamo creare nei più giovani e nelle loro famiglie opportunità di crescita culturale e consapevolezza ambientale in un clima di vera inclusione sociale».

Per conoscere e seguire tutti gli eventi inseriti nel calendario del progetto, realizzato con il contributo del Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei ministri, è possibile visitare il sito www.tuttixilclima.it. (vita.it)

Sostieni il Blog

Il tuo contributo è fondamentale per poter dare un’informazione di qualità. Diventa un Sostenitore, decidi tu quante quote donare!

5,00 €